Bias, Dark, Dithering e rumore a pioggia nelle riprese deep sky con reflex digitali

Bias frame e dark frame test.

BIAS

bias-gif

 

DARK

dark-gif

 

 

BIAS RANDOM (5 BIAS)

bias-random

 

Fonte wikipedia che ha sua volta attinge le sue fonti da chi con alte referenze pubblica su questo argomento:

http://it.wikipedia.org/wiki/Bias_Frame

Bias Frame

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.
Niente fonti!
Questa voce o sezione sugli argomenti computer grafica e elettronica non cita alcuna fonte o le fonti presenti sono insufficienti.


Puoi migliorare questa voce aggiungendo citazioni da fonti attendibili secondo le linee guida sull’uso delle fonti.

Molto simile al dark frame, il bias frame è un’immagine ottenuta da un sensore ottico di tipo CCD (Charge Coupled Device) o a CMOS per un tempo di esposizione nullo e a otturatore chiuso. L’immagine così ottenuta conterrà quindi soltanto la parte di rumore dovuta all’elettronica e non quella dovuta all’autoirraggiamento termico del sensore.

Visto che all’interno di un dark frame il rumore è costituito da una parte fissa, che è appunto il bias frame, e da una dipendente dall’autoirraggiamento termico direttamente proporzionale al tempo di esposizione, sottraendo da un dark frame un bias frame è possibile ottenere un’immagine che contenga la sola informazione del rumore termico. Quest’immagine, se moltiplicata per un opportuno fattore dipendente dal tempo di esposizione e risommata al bias permette di ottenere un dark frame artificiale. Anche se meno preciso rispetto a un vero dark frame fatto di volta in volta, questo sistema può velocizzare le operazioni di ripresa riducendo drasticamente i tempi necessari per l’ottenimento dei dark frames.

 

Concetto di Dithering

Dithering in pratica (by Andrea Tosatto)

Con le parole chiave , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati